Piovono kiwi a pecorelle

Sorpresa

IMG_2781 (2) © rs

Sinceramente, qual è l’ultima cosa di cui vi siete sorpresi, forse persino meravigliati? Riusciamo ancora a provare questa sensazione di stupore?

Non c’è che dire, è una sensazione fantastica. E lo intendo letteralmente, sembra inventata, fantasia, perché alleggerisce, trasporta lontano. E anche se magari fuori ostentiamo un’espressione stupita, imbabolata, pensierosa.. dentro il cuore sorride: perché ha trovato parte del miracolo della vita.

Io? Io resto sopresa dalla natura ogni volta che nevica, oppure ogni volta che il cielo è limpido e riesco a guardare le stelle lontane di un intensità pazzesca dimenticando il gelo che provavo un attimo prima. Mi stupisco dell’amore che possono provare gli animali, così spontaneo e sincero. Mi meraviglio della facilità con cui una bambina di pochi anni cambia prospettiva, della sua ingenuità, della sua intelligenza spesso maggiore della nostra, dei suoi occhi che vedono una chiocciola quasi invisibile in un buco su un vecchio gradino di ciotoli, della sua forza nel voler e riuscire ad affrontare quella che sembra una sua grande paura in poco tempo (un giorno). Resto sorpresa delle emozioni che poche note, poche parole riescono a darmi. Mi meraviglio dell’amore che provo, e di tutte le persone che mostrano il loro amore e la loro amicizia verso di me. Mi stupisco della mia forza di cambiamento, di essermi rialzata dopo essermi buttata a terra a capofitto. Di essere tornata a scrivere. E che ora più di prima mi rendo conto delle giornate che passano, delle occasioni prese e perse, dei bei momenti, e vorrei essere in grado di sfruttarli di più ora per ora, minuto per minuto. E condividerli.

Annunci

3 Risposte

  1. Come hai ragione, anch’io, nonostante tutto continuo a meravigliarmi, e a credere, E bisogna continuare, anche se si cade, anche se credi amici e invece sono solo persone egoiste che prendono e tu, nella tua cieca fiducia continui a dare senza ricevere.
    Ma bisogna continuare e vivere momento per momento, senza ieri, perchè non si può recuperare e senza domani, perchè di quello non si sa nulla. Non essere superficiali o fatalisti, ma cercare di essere realisti, anche se questo comporta una violenza su se stessi, sulla persona che vuole continuare ad amare.

    dicembre 30, 2012 alle 11:10 pm

  2. Scusami, volevo anche farti i più cari auguri per l’anno nuovo, che sia sereno.
    Abbraccio.

    dicembre 30, 2012 alle 11:11 pm

    • Un sereno anno nuovo anche a te, grazie. Spero che continuerai a credere! A presto

      dicembre 31, 2012 alle 1:20 pm

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...