Piovono kiwi a pecorelle

(19 luglio 2008) Nel nome del padre

Dopo anni di ricerche, curiosità,
consigli e occasioni perse, finalmente stasera sono riuscita a
guardare Nel nome del padre – In the name of the father.

La
traccia principale della colonna sonora, In the name of the father, non
mi ha più lasciata da quando l’ho sentita la prima volta. Non sapevo
nulla della storia che c’era dietro, ma la sua tragicità mi aveva
colpito così tanto che ho continuato ad ascoltarla anche a ripetizione.
Ma solo di fronte alla storia, questa canzone esplode e ha un senso più
completo.

Ambientato negli anni ’70 e ’80 in Gran
Bretagna. Il conflitto tra Inglesi e Irlandesi è ben lontano
dall’essere risolto e le bombe cominciano a scoppiare anche a Londra.
1974. Una bomba scoppia senza preavviso e gli Inglesi
hanno bisogno
di colpevoli. Quattro giovani di Belfast che si trovavano a Londra e
la famiglia di uno di loro vengono trattenuti arrestati processati e
gettati in prigione. Sotto false testimonianze. Ma dopo la prima
arresa, decidono di lottare per la giustizia. 15 anni più tardi la
situazione cambia, ma chi può cancellare più quello che è successo?

Una Londra e una Belfast in fiamme, un
sistema giudiziario corrotto, innocenti torturati, e tanta voglia di
riscatto. È un film tragico, un film vero. Che non è
adatto a tutti, come c’è invece scritto sul disco, dove c’è
anche un divieto ai minori di 12, 13, 15 e 18 anni. La violenza non è
quella che siamo abituati a vedere oggi al cinema. È più ambigua, ma di violenza pur si
tratta, e della peggior specie.

Lo
consiglio, a chi è abbastanza grande, a chi si interessa per la storia
dell’Irlanda, a chi non ha un cuore debole. Lo sconsiglio a chi si
vuole un semplice thriller, ai bambini e ragazzi, a chi non gliene
frega assolutamente niente di niente e a chi non sopporta il tragica
verità. O forse lo consiglio proprio a queste due ultime categorie. In
ogni caso, a mio parere, è un film da vedere.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...