Piovono kiwi a pecorelle

(16 marzo 2007) Misery

La vita, la vita è… uno schifo! Ma non è così grave. Basta essere positiv, no? D’accordo, chi riesce ad esserlo, lo ammiro profondamente. Deve avere una forza immensa. Oppure è pazzo. In ogni caso è fortunato. Già, lo è veramente.

Vi è mai capitato di scrivere, scrivere, senza sapere cosa? Rilleggere e meravigliarsi, o spaventarsi? Oppure mentre state scrivendo, vi chiedete cosa diavolo vi stia passando per la testa? Ebbene, sono in uno di quei momenti. Si era capito? Non ho pensato a cosa scrivere. Non lo sto pensando. Sto semplicemente.. scrivendo… Cosa che mi viene sempre più difficile, purtroppo. Qualche volta mi sento ispirata. O come lo si vuole definire. Ho voglia di scrivere. So cosa scrivere. Ma nel giro di un chilometro, non un pezzo di carta, o una penna, neanche un computer con una tastiera. Niente. I pensieri, come sono venuti, se ne vanno. E spesso non tornano più. Mi metto un attimo a pensare, a cosa voglio scrivere, a cosa volevo scrivere, e ho un vuoto. Vuoto totale. E mi dispero. Perché scrivere per me è importante. Posso sfogarmi, posso capirmi, posso trattenere un pensiero, anche se non è più lo stesso.

Ma se, come ora, non ci penso, non mi sforzo di trovare qualcosa, le parole vengono da sole. I pensieri scorrono e non c’è bisogno di attaccarmi a loro, perché non c’è il tempo, ma una volta passati appartengono al passato, come appartengono  al testo che ho scritto mentre passavano. Magari non ho detto granché, ma mi sento meglio dopo aver scritto qualcosa per cui non mi sono sforzata. Qualcuno lo capisce, altri no. Sinceramente non mi importa molto. Un cantante ha detto che quando non gli vengono le parole per una canzone, semplicemente dice che non riesce a scrivere. A mio parere sono le canzoni più belle. Non mi ricordo più chi o dove ha detto che una volta da piccolo aveva chiesto al maestro perché un certo poeta, che aveva un blocco da scrittore, non scriveva semplicemente di questa difficoltà. Il maestro, o la maestra, ha risposto di non dire stupidaggini. Ma io sono d’accordo con quel bambino. Profondamente. Non capitemi male, non penso che questo testo sia granché. Ammiro anche voi se siete arrivati sino a questo punto. Non è un testo ordinato, per niente. Perché non ho pensato mentre scrivevo. Non sto ancora pensando. O meglio, ragionando…

Quel che volevo scrivere in realtà era tutt’altro. Non so ancora se mi deprimono o mi fanno rabbia quei cartelloni delle elezioni appesi in giro. Se qualcuno dicesse che bisognerebbe vietare di scrivere cose del genere mi aggregherei subito. "Lavoro prima ai ticinesi", quella non è campagna, quello è puro razzismo. E che non mi vengano a dire che non è vero, perché anche se un po’ velato quella non è una promessa per i ticinesi, quella è una promessa contro gli stranieri. Che poi stranieri cosa significa? La metà di noi è almeno mezza italiana, l’altra metà viene perlomeno dalla Svizzera interna, se non da altre nazioni. In più gli stranieri ci parano il culo in molti lavori. Quindi che se ne stiano zitti quei Robes. Quel che più mi fa rabbia però, è che molta gente la pensa come loro. Oppure si fa incantare da quella promessa di lavoro. Che tutti promettono, e nessuno mantiene. Da quel che ne so.

C’è un’altro cartellone pubblicitario in giro. Questo della posta. Diverse immagini, sempre la stessa scritta:
"Postmail apre nuove prospettive. Non solo lettere"
Adesso, per favore, ditemi che notate anche voi che c’è qualcosa che non va. Perché a quanto pare loro non se ne sono accorti. In tutte le lingue è uguale, e di cartelloni in giro ce ne sono tanti.


Devo dire che non sono mai stata così contenta di vedere due poliziotti come ieri… penso che la mia opinione sia cambiata abbastanza drasticamente..

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...