Piovono kiwi a pecorelle

(11 febbraio 2007) Il crollo dell’impero

Ogni giorno che passa, ogni luogo che vedo, ogni piccolo prato rimasto che mi salta all’occhio, mi deprimo. Vedo sempre più case in costruzione, sempre più prati con modine.Quando ero piccola, attorno a casa mia c’era prato, prato e bosco. E qualche casa sparsa qua e là. Ora ci sono strade nuove, case nuove, posteggi nuovi, centri nuovi, e niente più prati, quasi. Oggi ho visto un prato non tanto grande, scosceso, che dà sulla strada, con modine per 4 o 5 case, dopodiché di prato chi ne vede più lì? La gente si sposta verso la campagna, perché è più salutare, perché è moda, perché ci sono case libere… trasformando la campagna in periferia. Già da piccola avevo qualche remora a dichiarare di abitare in campagna, ora poi.. Già una volta c’è stata una fuga di massa in campagna, poco tempo dopo è crollato un intero impero. Ora non c’è più un impero, ma la campagna rovinerà..


Dicono che la speranza sia l’ultima a morire.. ma ci vuole ottimismo per poter sperare.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...