Piovono kiwi a pecorelle

(28 agosto 2006) Waldviertel – Austria

Monaco di Baviera (2 giorni, Glyptothek, Hercolaneum, Residenza, giardino inglese) – Zöbing (nella stanza dove ha dormito l’imperatore Franz Joseph nel 1908!) – Fuglau – Zwettl (2 giorni, arrivati slozzi! Ci siamo già stati 8 anni fa e puntualmente abbiamo, nuovamente, fatto navigare le barchette nella fontana di Hundertwasser! Chissà, magari fra 8 anni…) – Waidhofen – Reingers ("capitale" della canapa, senza THC!) – Neu Nagelberg (2 chilomentri in bici per arrivare al ristorante più vicino!! Dove, però, appena entrata mi sono sentita a casa… alla radio stavano passando HAND) – Weitra (è tornata l’estate! Visita al castello; il cameriere, a colazione, ci ha parlato in svizzero tedesco [quando mi ha detto "haissi shoggi" mi sono un po’ confusa], nonostante fosse del posto, più precisamente in dialetto lucernese! Ci ha poi detto che ha lavorato 3 anni a Lucerna e che la Svizzera per lui è come una seconda casa. All’inizio pensavo che avesse un accento strano, poi mi sono ricordata che l’accento strano ce l’ha anche qualcun’altro =D In ogni caso, era dolce! Un motivo in più per restare ancora un giorno in quella cittadina! Ma il programma era diverso…) – Gross Gerungs (2 giorni, siamo stati in piscina [con l’acqua che veniva dal fiume, 19°, era freddo! Ma bello. Una delle due sere non abbiamo dormito molto perché c’era un matrimonio… casino unico!) – Schönbach (2 giorni, altra tappa di 8 anni fa, arrivati ha cominciato a piovere, durante il viaggio siamo passati dal Bärenwald [bosco degli orsi] di Arbesbach, che dolci! Il giorno di "pausa" ho fatto una scorpacciata di mirtilli! A dire il vero un po’ per tutte le vacanze…) – Kottes (nell’albergo c’era la possibilità di fare il Bierbad [bagno nella birra], ma 50 € erano un po’ tanti, e a me personalmente non interessava, durante la passeggiatina pomeridiana nella cittadina, un cane ci ha seguiti [e preceduti] tutto il tempo, non ci lasciava stare, ah sì, in austria si mangia presto, ma qui la cucina chiudeva alla 19.30!!!) – Krems (prima città nel vero senso della parola, due musei, tra cui uno di caricature dove c’era una mostra speciale di Max & Moritz, lungo il viaggio ci siamo fermati alla rovina di Senftenberg) ultimo giorno (in treno da) St. Pölten -> Salzburg -> Monaco (Mia madre si è messa a parlare con un olandese..1200km in bici aveva fatto!) -> casa (mattina alle 6.20~ in stazione). E finalmente un bel piatto di pasta al sugo a pranzo! =)
 
 
Il tempo ha fatto un po’ quel che voleva. Ma veramente slozzati, ci siamo solo una volta (per fortuna). L’acqua però non se nè andata, sebbene dopo una settimana circa sia tornata l’estate con il suo caldo (niente 3 settimane in giacca come l’anno scorso, quindi). Ci abbiamo messo parecchio ad abituarci al dialetto del posto, e ogni volta che pensavamo ormai di capirlo, arrivava qualcuno di cui non capivamo una parola. Il paesaggio è fantastico! Da mangiare, si mangia presto e tanto (si nota subito come in città le porzioni diventino più piccole). Piccolo consiglio: se volete imparare il tedesco, NON andate in Austria! Per il resto andateci pure. Dimenticavo, ci sono anche le piantagioni di papavero, con cui fanno più o meno di tutto (sempre inerente al mangiare, però).
 
 
Iustitia etiam hostibus debetur  (Residenz, München)
 
Die ersehnte Ruhe in der Freizeit hat ein Tucken. Man könnte zum Nachdenken kommen.  (dalle parti di Gross Gerungs)
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...